Ultima modifica: 3 Giugno 2020

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO TITO LIVIO

LARGO FERRANDINA A CHIAIA 3 – 80121 NAPOLI (NA)

Tel. 081400485  Fax. 081400485  – Codice Fiscale: 80033420631 Codice Meccanografico: NAMM04900V

E-mail namm04900v@istruzione.it          PEC: namm04900v@pec.istruzione.it

 

Prot.n. 1460/2020/1.1.h                                                                                            Napoli, 03/06/2020

Avviso

Ai Docenti

Al Sito e all’Albo

Oggetto : Indicazioni ai docenti circa scrutini finali classi intermedie e finali A.S. 2019-20  Indicazioni relative agli scrutini finali delle classi intermedie e  delle  classi terze  con relativo Esame di Stato  – A.S. 2019/20-

Scrutini finali  classi intermedie:

In prossimità degli scrutini finali, secondo il calendario già predisposto, si ricorda in base alla normativa vigente:  

  • che tutti i presenti sono tenuti all’obbligo della stretta osservanza del segreto d’ufficio e che l’eventuale violazione comporta sanzioni disciplinari;
  • che le valutazioni devono essere assegnate dal Consiglio di Classe, su proposta dei singoli docenti in relazione ai criteri indicati nel PTOF, ad un giudizio motivato desunto dalle attività svolte nella didattica in presenza e a distanza e sulla base dell’impegno, interesse e partecipazione dimostrati
  • che la valutazione è coerente con l’offerta formativa dell’Istituzione scolastica, con la personalizzazione dei percorsi e con le Indicazioni Nazionali per il curricolo e che è effettuata dai docenti nell’esercizio della propria autonomia professionale, in conformità con i criteri e le modalità definiti dal collegio dei docenti e inseriti nel Piano triennale dell’Offerta Formativa
  • che la valutazione del comportamento è unica ed è assegnata dal Consiglio di Classe su proposta del Coordinatore, in base agli indicatori individuati a livello collegiale e alla programmazione del Consiglio di Classe.  

Pertanto:

  • tutti i docenti dovranno predisporre la relazione finale secondo il modello predisposto ed integrato con la sezione della DaD, secondo la rimodulazione della Didattica a distanza
  • il coordinatore avrà cura, altresì, di predisporre la relazione finale concordata secondo il modello predisposto e ridefinito tenendo conto della DaD
  • La valutazione del comportamento degli alunni viene espressa mediante un giudizio sintetico che fa riferimento allo sviluppo delle competenze di cittadinanza, allo Statuto delle studentesse e degli studenti e al Patto di corresponsabilità e ai  Regolamenti approvati dall’Istituzione Scolastica. 
  • Dall’esame del quadro generale delle valutazioni, i docenti del  consiglio di classe, esprimono le loro considerazioni,  sulla base della griglia di valutazione approvata dal collegio, relativamente alle conoscenze, abilità e competenze raggiunte da ciascun alunno/a con riferimento al livello di preparazione di partenza e alla programmazione didattica svolta , in presenza e a distanza; esaminano gli aspetti relativi all’impegno, all’interessa e alla partecipazione alle esperienze scolastiche
  • Procedono all’assegnazione dei voti nelle singole discipline, alla definizione del giudizio di religione, per gli alunni che se ne avvalgono,  e del giudizio  finale per ciascun alunno/a.
  • Sulla base della legge 107, per l’alunno/i che si è/sono avvalso/i  gli alunni  come alternativa all’insegnamento della Religione, di attività didattiche concorrenti al processo formativo della personalità degli alunni e volte all’approfondimento dei programmi più strettamente attinenti ai valori della vita e della convivenza civile (CM 129/86) e dei programmi di storia ed educazione civica più strettamente attinenti alla tematica , si procede alla formulazione del giudizio

Ai sensi dell’art. 5, commi 1,  2 e 3 e 4 dell’O.M. n. 11/2020 :

  • Per gli alunni D.A. nella   la valutazione finale si  terrà conto del PEI
  • Per l’/gli alunno/i  DSA, ai sensi della Legge 8 ottobre 2010, n. 170,  per i quali il Cdc, ha predisposto un PDP nella valutazione finale  terrà conto del PDP
  • Per l’/gli alunno/i con BES non certificati, destinatari di specifico Piano Didattico Personalizzato, la valutazione degli apprendimenti sarà  coerente con il PDP
  • Ove necessario,  ai sensi dell’art. 4 dell’O.M., il PAI  integra il PEI, e,  il PDP, relativamente ai DSA e ai BES; il consiglio di classe se ritiene opportuno può  integrare il  PEI /PDP

                 Ai sensi dell’art. 3, comma 5,  della citata O.M. n. 11 del 16 maggio 2020

  • Predisposizione del PAI (Piano di Apprendimento Individualizzato) per gli alunni ammessi con alla classe successiva in presenza di votazioni inferiori a sei decimi in una o più discipline, secondo il modello predisposto.

I voti saranno riportati nel verbale dello scrutinio finale e nel Documento di valutazione

Il PAI viene allegato al Documento di valutazione finale

Ai sensi dell’dell’art. 6, comma2, dell’O.M. n. 11/2020

  • Predisposizione del PIA (Piano di Integrazione degli Apprendimenti:

 “I docenti contitolari della classe o il consiglio di classe individuano, altresì, le attività didattiche eventualmente non svolte rispetto alle progettazioni di inizio anno e i correlati obiettivi di apprendimento e li inseriscono in una nuova progettazione finalizzata alla definizione di un piano di integrazione degli apprendimenti”.  Il PIA , ove ritenuto necessario, dovrà essere specificato nel verbale e allegato entro il 30 giugno 2020.

Ai sensi dell’art. 3, comma 7,  dell’O.M. n. 11 del 16 maggio 2020

  • il Consiglio di Classe, non disponendo di alcun elemento valutativo relativo all’alunno, per cause non imputabili alle difficoltà legate alla disponibilità di apparecchiature tecnologiche ovvero alla connettività di rete, bensì a situazioni di mancata o sporadica frequenza delle attività didattiche, già perduranti e opportunamente verbalizzate per il primo periodo didattico (descrivere le motivazioni) può, con motivazione espressa,  all’unanimità, decidere la non ammissione alla classe successiva

Si dovrà allegare al verbale:

  • Relazione finale da parte di ogni docente secondo il modello predisposto
  • Relazione concordata da parte del coordinatore di classe
  • Rimodulazione della programmazione a seguito dell’attivazione della DaD
  • Tabellone dei voti disciplinari e del comportamento
  • Giudizio finale globale del secondo quadrimestre
  • Griglia di valutazione delle competenze chiave in DaD
  • Il PAI (Piano di Apprendimento individualizzato per gli alunni con insufficienze)
  • Il PIA (Piano di Apprendimento Integrativo) predisposto entro fine giugno 2020 ed allegato al presente verbale, ove necessario.
  • In caso di trasferimento ad altra istituzione Scolastica il PIA segue l’alunno/a

Per gli studenti non ammessi alla classe successiva  il Consiglio di Classe dovrà  contattare la famiglia sia a mezzo telefono che lettera scritta raccomandata prima della pubblicazione degli esiti degli scrutini.

Per le classi terze- Scrutini finali ed  Esame di Stato

In riferimento all’O.M. n. 9 del 16 maggio 2020 si specifica:

  • ai sensi dell’articolo 1, comma 4, lettera b) del DL n.22 dell’8 aprile 2020, l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione coincide con la valutazione finale da parte del consiglio di classe.
  •  In sede di valutazione finale, il consiglio di classe, ai sensi dell’art. 2 comma 2 dell’O.M. n. 9/2020, terrà conto dell’elaborato prodotto dall’alunno secondo i criteri di cui all’articolo 3 e attribuisce il voto finale secondo le modalità di cui all’articolo 7 dell’O.M n.9 del 16 maggio 2020
  • Per gli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento l’assegnazione dell’elaborato e la valutazione finale sono condotte sulla base, rispettivamente, del piano educativo individuale e del piano didattico personalizzato.
  • Il carattere di trasversalità fa si che la presentazione avvenga davanti al CdC al completo, che verbalizza la valutazione al termine di ogni sessione
  • Sulla base della legge 107, la scuola prevede come alternativa all’insegnamento della Religione, attività didattiche concorrenti al processo formativo della personalità degli alunni e volte all’approfondimento dei programmi più strettamente attinenti ai valori della vita e della convivenza civile (CM 129/86) e dei programmi di storia ed educazione civica più strettamente attinenti alla tematica. Per essi viene espressa la relativa valutazione.

Il Consiglio di classe, procede alla valutazione finale dell’anno scolastico 2019/20, 

  • tenuto conto dell’attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza, delle valutazioni conseguite nelle singole discipline (riportate nel verbale e nel documento di valutazione) relativo all’A.S. 2019/20.,
  • della valutazione dell’elaborato di cui all’art.3 e della presentazione orale di cui all’art.4, in videoconferenza o in idonea modalità telematica sincrona, nonché del percorso scolastico triennale  degli alunni, secondo criteri deliberati dal collegio docenti
  • La presentazione orale di cui al comma 1 si svolge entro la data dello scrutinio finale, e comunque non oltre il 30 di giugno, secondo quanto previsto dal calendario stabilito dal dirigente scolastico o dal coordinatore delle attività educative e didattiche, sentiti i consigli di classe.
  • Per gli alunni risultati assenti alla presentazione orale di cui al comma 1, per gravi e documentati motivi, il dirigente scolastico, sentito il consiglio di classe, prevede ove possibile lo svolgimento della presentazione in data successiva e, comunque, entro la data di svolgimento dello scrutinio finale della classe. In caso di impossibilità a svolgere la presentazione orale entro i termini previsti, il consiglio di classe procede comunque alla valutazione dell’elaborato inviato dall’alunno, secondo quanto previsto dall’articolo 7, comma 2.
  • Dall’esame del quadro generale delle valutazioni, il consiglio di classe attribuisce agli alunni la valutazione in decimi. L’esame risulta superato con voto finale di almeno sei decimi calcolato secondo i criteri approvati dal collegio docenti 

Ai sensi dell’O.M. n. 9 del 16 maggio 2020, all’art. 7, comma 4,

  • la  valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità del consiglio di classe, in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio”, il Consiglio di classe, secondo criteri deliberati dal collegio docenti, attribuisce la Lode.

Ai sensi dell’art. 2, commi    3  dell’O.M. n. 9/2020 :

  • Per gli alunni D.A. certificati e fruitori della L.104/92 l’elaborato assegnato e i criteri di valutazione sono coerenti con il Piano individualizzato.
  • Per gli alunni DSA certificati, ai sensi della L.  170/2010,  l’assegnazione    dell’elaborato e la valutazione finale sono  coerenti con il Piano didattico personalizzato

Ai sensi dell’art. 5 dell’’O.M. n. 9 del 16 maggio 2020, per i candidati privatisti :

  • Per i candidati privatisti la valutazione dell’elaborato e della presentazione viene effettuata secondo la Rubrica valutativa approvata dal collegio, qualora pari o superiore a 6/10, comporta il superamento dell’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione e costituisce la valutazione finale.
  • “L’elaborato, che prevede la trattazione integrata di più discipline, consiste in un prodotto originale e coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe; potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto o di presentazione multimediale; mette in evidenza le conoscenze, le abilità e le competenze correlate ai traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali del primo ciclo”.

Si dovrà allegare al verbale:

  • Relazione finale da parte di ogni docente secondo il modello predisposto
  • Relazione concordata da parte del coordinatore di classe secondo il modello predisposto
  • Rimodulazione della programmazione a seguito dell’attivazione della DaD
  • Griglia di valutazione dell’elaborato/presentazione
  • Griglia per l’attribuzione del voto finale
  • Tabellone dei voti e giudizio del comportamento
  • Giudizio finale globale
  • Certificazione delle competenze

f.to Il Dirigente Scolastico

prof.ssa Elena Fucci

Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, c.2 D.Lgs. n. 39/93




Per continuare la navigazione, accetta i cookies Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi